IL DIARIO ALASSINO

venerdì 22 luglio 2016

Alassio: I fatti e le B...... dell'assessore Vinai

Da IVG del 22 Luglio 2016                 

Noli, Vezzi Porzio, Spotorno, Bergeggi, Vado Ligure, Quiliano, Albissola Marina, Celle Ligure, Varazze, Millesimo, Cengio e Roccavignale. Sono i “magnifici 13” comuni del savonese che fanno parte della lista delle 83 località virtuose liguri in fatto di presentazione di programmi di riciclaggio dei rifiuti.

I comuni virtuosi si spartiranno un finanziamento da un milione di euro dalla legge 20 sulla raccolta differenziata approvata dalla Giunta Toti alla fine dello scorso anno. La conferma è arrivata oggi dall’assessore regionale all’Ambiente e al Ciclo dei Rifiuti, Giacomo Giampedrone al termine della riunione del Comitato d’Ambito regionale che ha effettuato la valutazione dei programmi, sulla base dello screening compiuto dagli uffici regionali, provinciali e di ARPAL.

“E’ questo il primo risultato concreto della nostra legge sui rifiuti che ha voluto cambiare marcia rispetto alla politica ambientale ereditata dal passato e definita trasversalmente arcaica dalla Commissione parlamentare di inchiesta sui rifiuti – spiega l’assessore Giampedrone –. Il milione era stato stanziato nella nostra legge e deve servire a incrementare i livelli di raccolta differenziata sul territorio sostenendo le iniziative proposte dai Comuni”.

I Comuni erano stati incentivati a presentare le richieste in forma aggregata e ad orientarsi verso il passaggio al porta a porta. Tra i criteri individuati per la selezione dei Comuni da premiare anche la percentuale di cofinanziamento proposta e il merito tecnico degli interventi inseriti nelle proposte.

Da IVG del 8 aprile 2016

Alassio. Ormai si fa fatica a tenere il conto delle repliche e controrepliche sulla questione rifiuti ad Alassio. All’ultima uscita del consigliere Angelo Galtieri, risalente a ieri, non ha tardato ad arrivare la risposta di Angelo Vinai, Assessore all’Ambiente del Comune di Alassio.

“Invece di invocare l’emergenza democratica, il consigliere Galtieri impari a leggere i documenti. Per sua conoscenza, oltre che per evitare che lui possa diffondere false informazioni, il Comune di Alassio rispetta perfettamente i parametri richiesti dalla Regione Liguria: nel 2015, la percentuale di raccolta differenziata è stata del 45,772%. Il decreto regionale richiede il raggiungimento del 45% nel 2016 – da noi raggiunto con un anno di anticipo – del 50% nel 2017, del 55% nel 2018, del 60% nel 2019 e del 65% nel 2020. Non solo rispettiamo le indicazioni, ma siamo anche avanti con i tempi, e in netta crescita” precisa l’assessore.

Galtieri, che spende buona parte del suo tempo in Comune, si informi meglio: i prospetti sono a disposizione. Non risponderemo ad altre provocazioni. La smetta di strumentalizzare e di gridare al lupo: così, dimostra solo la sua incapacità di leggere i dati e dà prova di scarsa onestà intellettuale, a solo danno della città” conclude l’Assessore Angelo Vinai.

Passa lo stretto di Gibilterra, la nave Amerigo Vespucci arriva a Lisbona per The Tall Ships Races 2016






mercoledì 20 luglio 2016

Nomina Commissione Locale del Paesaggio di Alassio. Che noia!




"Magnalonga d'Arasce", emozioni in movimento... Alassio 10 settembre 2016


Raddoppio ferroviario per la tratta Andora - Finale Ligure. Iniziativa lodevole del Pd finalese. Speriamo che l'ordine del giorno serva a rinfrescare la memoria dell'onorevole albenganese Franco Vazio (Pd). Piera Olivieri, Angelo Galtieri, perché non portare analogo ordine del giorno all'attenzione del Consiglio Comunale alassino?

Da "ivg.it" del 20 luglio 2016

Su proposta del Pd finalese arriverà in discussione in Consiglio comunale un ordine del giorno con al centro il raddoppio ferroviario della tratta Andora Finale, un documento che arriva dopo la tragedia in Puglia e dopo lo stop al finanziamento dell’opera da parte del Cipe, che aveva già scatenato reazioni nel ponente savonese che attende da oltre 50 anni l’intervento sulla linea ferroviaria.

Il Cipe aveva bloccato i 225 milioni promessi dall’ex ministro dei Trasporti Maurizio Lupi nel 2014 proprio per l’Andora-Finale Ligure, e se per la Regione il raddoppio ferroviario del ponente è inserito nelle opere strategiche per la Liguria, la trattativa con Rfi sembra in fase di stallo e il binario unico fa sempre più paura.

Il Pd finalese ha portato all’attenzione della segreteria provinciale del Pd questa proposta, con l’obiettivo di estenderla a tutti i comuni interessati. 

“Purtroppo se ne parla sempre dopo una disgrazia (il deragliamento del treno ad Andora e lo scontro in Puglia), tuttavia non si può rinunciare ad un’opera come questa, a maggior ragione se le risorse erano state trovate: credo che sia una priorità assoluta per Finale e per tutto il territorio savonese” dice Franco De Sciora, segretario cittadino del Pd.“Il raddoppio della ferrovia è divenuta essenziale anche per le mutate esigenze economiche del nostro territorio, che ormai vive quasi solo di turismo: a binario unico e senza un tratto di Aurelia Bis, così non si può certo andare avanti. Per questo con l’ordine del giorno chiediamo un nuovo impegno congiunto di tutti per cercare di far sbloccare le risorse e far ripartire l’iter per l’opera” conclude il segretario De Sciora.

Convocato il Consiglio Comune di Alassio: martedì 26 luglio, ore 10



21 luglio 2016: TUTTO PRONTO PER LA FESTA DEI COLORI 2016

Dopo il grande successo dell'anno scorso, torna il 21 luglio 2016 la #festadeicolorialassio, un'idea nata dall'associazione VivalassioNewgeneration2012 e dal Comune di Alassio, premiata con l' Oscar del Mare nel 2014 come miglior manifestazione della regione Liguria.

Una parata di colori, che ha come obiettivo unire cittadini, turisti, associazioni e amministrazione in un unico grande arcobaleno. “Tutti insieme per Alassio” : ecco il motto della manifestazione che si terrà il 21 luglio dalle ore 21:00 in piazza Partigiani e per le vie della città del Muretto.

7 zone, 7 colori, 7 temi, ecco in che cosa consiste la festa più colorata dell'estate: la cittadina di Alassio verrà invasa dai colori non solo con decorazioni per le vie cittadine, ma anche nelle vetrine dei negozi, i pub, i ristoranti...insomma tutti si tingeranno del colore appartenente alla propria zona seguendo il tema scelto creando un meraviglioso arcobaleno cittadino! Come l'anno scorso infatti verranno premiati la MIGLIOR VETRINA delle attività commerciali ( siano esse un negozio, un bar/pub, una struttura ricettiva, uno stabilimento balneare, un ristorante), e MIGLIOR ALLESTIMENTO di QUARTIERE, oltre che il MIGLIOR CARRO e il MIGLIOR GRUPPO.

Novità di questa 4a edizione la doppia giuria, una composta da un rappresentante delle seguenti associazioni: Alassio un mare di Shopping, Macramè Alassio, Associazione Albergatori Alassio e Bagni Marini Alassio che, nei giorni antecedenti la parata voterà il miglior allestimento di zona e la miglior vetrina; l'altra composta da due rappresentanti degli Igers di Savona e giornalisti locali voterà invece, durante la serata, MIGLIOR CARRO e MIGLIOR GRUPPO. 

Le premiazioni avverranno tutte a fine serata.

Ogni colore quindi avrà un proprio tema, una propria zona di riferimento, un proprio head quarter dove recarsi e chiedere informazioni per partecipare:
  •  ROSSI "PIRATI": inizio Alassio fino agli stabilimenti La Marinetta (passeggiata Ciccione)- Head Quarter: Bagni Don Bosco e Bagni Alfieri
  •  ARANCIONI "ANNI '50": dalla Marinetta, esclusa, a piazza Durante - Head Quarter: Moka Bar;
  •  GIALLI "PEACE and YELLOW": da piazza Durante esclusa, a via Torino - Head Quarter: La Mangiatoia;
  •  VERDI "IL GIRO del MONDO”in 80 GIORNI": da via Torino esclusa, a vico Volta - Head Quarter: Why Not, Liquid, Rudy Cafè e U Brecche;
  •  BLU "ORIENTE BLU" da vico Volta escluso a via Cavour - Head quarter: Bar Spotti;
  •  VIOLA "MAGIA": da via Cavour esclusa al Torione - Head quarter: Bar Jolly;
  •  BIANCHI "BORGO GHIACCIATO" da piazza S. Francesco al porto di Alassio - Head quarter Bagni Stella Marina, Four Project Alassio, Bagni Zito e Bagni Ambra.

​La parata inizierà alle ore 21:00 da piazza Partigiani con il seguente percorso: partenza da piazza Partigiani, Via Gramsci, piazza S. Francesco, Corso Marconi, corso Dante, Corso Europa, via Boselli, Via Roma, Via Brennero, Via Vittorio Veneto, via Torino, P.ta Grollero, Largo Beniscelli, Via XX Settembre ritorno in piazza Partigiani dove tutti i colori si riuniranno e formeranno un bellissimo arcobaleno.

"La Festa dei Colori, anche se di giovane età, è già diventato un appuntamento irrinunciabile dell'estate di Alassio. Crediamo molto in questo evento, siamo orgogliosi e felici che riesca a confermare, mantenere e far crescere il suo successo nel corso degli anni. Le iniziative devono essere realizzate allo scopo di intrattenere e divertire i cittadini e i turisti, anche al fine di attirarne di più per l'avvenire -- senza, come avviene altrove, strumentalizzazioni politiche o polemiche. Un plauso alle sane manifestazioni che, come la Festa dei Colori, sono promosse da associazioni che coinvolgono la comunità, lavorando spalla a spalla con l'amministrazione comunale, all'insegna della continuità e dello spirito di collaborazione", afferma Simone Rossi, Assessore al Turismo del Comune di Alassio.

"Questa è una festa che coinvolge tutti, Alassini, abitanti delle città limitrofe e turisti, nata con l'intenzione di divertire e far divertire, che è un po' il motto di Vivalassio. Speriamo che continui a crescere, come sta accadendo, riscuotendo sempre maggiori consensi. Ringraziamo il Comune di Alassio e l'Assessore al Turismo Simone Rossi che ci sono sempre vicini e sostengono questa iniziativa", aggiunge Davide Parodi, Presidente dell'Associazione Vivalassionewgeneration2012. 

Animazione della serata a cura dei IPANEMA SHOW DO BRASIL , Musica by DJ Fabietto Cataneo presentatore ufficiale MARCO DOTTORE . 

Tutti sono invitati a “instagrammare” l'evento utilizzando l'hashtag #festadeicolorialassio ed essere i repoter di questa bellissima festa colorata. Tutte le foto creeranno l'album ricordo sulla pagina FB VivalassioNewgeneration2012 della festa più colorata della Liguria e la foto migliore verrà scelta insieme agli Instagramers di Savona (@igers_savona) e pubblicata sugli account social. 

Vi invitiamo a seguire gli account instagram @Vivalassionewgeneration2012 e @igers_savona.

Si ringraziano l'Assessorato al Turismo e al Commercio della città di Alassio, l'Associazione Macramè, Alassio Un Mare di Shopping, Associazione Albergatori di Alassio e Bagni Marini per la collaborazione e il supporto.





La Riviera terra di conquista tra massoneria, politica e affari

Da "LA STAMPA" del 20 luglio 2016


**********

Da "savonanews.it" del 20 luglio 2016

Albenga, Fabrizio Accame: "Uomo della cosca Raso-Gullace-Albanese"

Indagini e intercettazioni che sostengono l'impianto accusatorio per l'ingauno "l'uomo del boss"

Per leggere tutto clicca sotto:

Prezzario: i costi imposti delle caste

Da "IL SECOLO XIX" del 20 luglio 2016


lunedì 18 luglio 2016

L'orto a metà luglio: peperoni e melanzane, pomodori, fagiolini e zucchine, ecc.





Cittadini segnalano lungo la Strada Panoramica Vegliasco - Solva... i soliti ignoti




ALASSIO 2011: Comune di Savona: Premi ai dirigenti, la farsa degli obiettivi. E ad Alassio?

ALASSIO 2011: Comune di Savona: Premi ai dirigenti, la farsa degli obiettivi. E ad Alassio?

E niente: non ci arriva (di Andrea Scanzi)

E niente: non ci arriva. Non ce la fa. Gliel'ha detto anche l'enigmatico guru Jim Messina che, quando parla, fa più danni della grandine. Ma lei niente. Madama Boschi, Nostra Signora delle Gengive Disattese, ci delizia ormai ogni giorno. 

Ieri, pur di farci votare sì, è arrivata a dire che "con la nuova Carta l'Italia sarà più sicura e combatteremo il terrorismo". 

Delirio continuo. Il massimo, però, è accaduto due giorni fa. 

La professoressa Urbinati, fiera sostenitrice del no, durante il Politicamp organizzato da Civati l'ha affossata così: "Ministro Boschi, mi spieghi la sua riforma senza leggere. Mi racconti l'articolo 70: con parole sue, però". 

Ovviamente la simpatica Boschi non ha risposto. Per forza: è sempre lei, la compagna di classe che tutti purtroppo abbiamo avuto. Quella che non faceva mai sciopero, che non ti passava mai i compiti, che ascoltava Eros Ramazzotti perché "è romantico" e che andava sempre volontaria alle interrogazioni. Si piazzava alla lavagna e ripeteva a pappagallo pagine intere del libro di testo. Qualsiasi libro di testo. Senza averci capito una beata mazza. E a quel punto bastava una domanda qualsiasi (fuori protocollo) del professore per cortocircuitarla tragicamente. 

Ecco: una così, in Italia, ha riscritto la Costituzione. Agile, in scioltezza. Daje.